Paola Carlevaro, 40 anni. Strangolata nel sonno dal marito

Silvano D’Orba (Alessandria), 12 ottobre 2010
Erano inseparabili e felici insieme da 10 anni.

 

 

 

 

 

Agostino Castagnola, 44 anni, muratore. Si uccide in carcere il giorno prima del processo.

 

 

 

 

 

Titoli & Articoli

La Stampa
Farmacista strangolata in casa – Il marito crolla: “L’ho uccisa io” – 40enne ammazzata nel sonno – Gli amici: «Erano inseparabili, avevano comprato un tandem»
Ennesima tragedia familiare, ancora un uomo che uccide una donna. Questa volta il teatro dell’omicidio è Silvano d’Orba, nell’alessandrino. Agostino Castagnola, muratore di 44 anni, di Novi Ligure, ha confessato di aver assassinato la moglie, Paola Carlevaro, farmacista, di 40. L’omicidio questa mattina all’alba, intorno alle 6,30. L’ha strangolata nel sonno poi ha chiamato i carabinieri.
E’ accaduto nella loro abitazione, una casa mono-familiare di due piani in via Roma 28, la strada principale del paese, in passato di proprietà dei genitori della vittima. L’ha uccisa in camera da letto, mentre stava dormendo. Ma non si capisce ancora il perché di questo folle gesto. Dopo le prime ammissioni si è trincerato nel silenzio e si è avvalso della facoltà di non rispondere.
I due erano conosciuti in zona. Lei aveva una parafarmacia all’interno del supermercato Iper di Serravalle Scrivia. Sposati da dieci anni, venivano considerati da tutti come felici e inseparabili. In paese hanno raccontato che lui, con i suoi cani, spesso la andava a prendere sul lavoro. «Avevano appena comprato un tandem», dice un conoscente.
Gli amici, accorsi sotto la casa dove è avvenuto il delitto, hanno raccontato di averli incontrati proprio ieri sera in paese, sereni come sempre. Sul luogo sono intervenuti i carabinieri della caserma di Novi Ligure, i colleghi di Alessandria e il magistrato di turno della Procura, Sara Pozzetto. Agostino Castagnola è accusato di omicidio volontario. Ora si trova rinchiuso nel carcere di Alessandria a disposizione dell’Autorità giudiziaria. L’abitazione è stata posta sotto sequestro.
di Daniela Lanni

 

Link

La Stampa

Parole chiave