Luigi Campise, 24 anni, barista nel chiosco dei genitori. Uccide la fidanzata con una raffica di proiettili. Condannato a 30 anni, ridotti a 16 in appello, è libero dopo 2. Il padre della ragazza chiede l’intervento del Ministro

luigicampiseBarbara Bellerofonte

Parole chiave