Senza Volto

senza_volto_2In questo sito, che pure sembra straripare di volti, ne mancano invece tantissimi.

Alcuni volti mancanti sono quelli degli uomini che hanno ucciso: mancano tutti coloro che hanno compiuto il delitto quando erano ancora minorenni, ma mancano anche parecchi altri.
Spesso, al posto dei loro visi, sui giornali compaiono le foto dei poliziotti che li circondano. Qualche volta, per proteggere la loro privacy, gli viene applicata la consueta benda di irriconoscibilità sugli occhi, come nel caso di Paolo Chieco e in qualche foto di Loris Gagliano. Mentre delle donne da loro uccise vengono pubblicate foto anche da morte, livide e tumefatte, in decomposizione, a volte nude.

In questo sito, quasi 1/5 delle storie pubblicate nella sezione “Donne” non ha una foto del colpevole.
Ma anche vedere le foto di questi uomini è importante: chi di voi non ha trovato tra quei visi uno simile ad un volto conosciuto, addirittura familiare? Quanti uomini hanno sobbalzato, quasi riconoscendosi?

Anche tra gli uomini, come tra le donne, non vi è una caratteristica comune a tutti, se non quella appunto di appartenere al genere maschile: anche tra loro vi sono giovani, meno giovani, anziani, professionisti laureati e analfabeti, ricchi, poveri, belli, brutti, magri, grassi e così via.
Alcuni – molti di voi lo avranno pensato – hanno un’espressione torva: ma bisogna tener presente che spesso si tratta di foto scattate durante l’arresto. Sono uomini di tutti i generi, spesso padri, come quelli che incontriamo la mattina per strada, in ufficio, sulla metropolitana. Come quelli che vivono nell’appartamento affianco, o in casa con noi.

E poi mancano anche tanti, tantissimi, chissà quanti volti di donne.
In questa rubrica verranno inserite tutte le storie finite sui giornali, ma di cui non vi sono foto della vittima. Alcune di queste storie sono raccontate, ma molte sono appena accennate in un trafiletto. E chissà quante sono quelle di cui non viene data notizia.

Se volete aiutarci a rendere questo sito quanto più completo, potete scrivere a :  scrivi@inquantodonna.it

 

 

Parole chiave