28 novembre 2016 – Rassegna Stampa

Picchia la convivente aggredendola a calci e morsi. Arrestato (Catania)

Picchia la compagna da anni, anche in gravidanza e davanti alla figlia di un anno (Milano)

Botte e calci alla moglie per 13 anni: condannato il marito padrone (Monza e Brianza)

Insulta e picchia la convivente, denunciato per maltrattamenti (Latina)

Prima la corteggia, poi la massacra di botte (Caserta)

40enne picchia la figlia 20enne che finisce all’ospedale (Cuneo)

16enne massacrato di botte: fermato il fratello della fidanzatina (Napoli)

“Devi morire”: arrestato stalker, perseguitava l’ex (Napoli)

Dà di matto e prende ad accettate l’auto. La ex lo denuncia in procura (L’Aquila) 

Arrestato stalker per danneggiamento e atti persecutori. Era già stato diffidato (Catania)

Blocca e minaccia l’ex compagna. Arrestato (Catania)

Accusato d’aver perseguitato e torturato la ex, 26enne dal GIP (Frosinone)

Maltrattamenti in famiglia, condannato a sei mesi: in carcere (Lecce)

Condannato a sei mesi stalker (Messina)

Molesta ragazze davanti alla polizia e ferisce gravemente un ispettore (Parma)

Stuprò l’ex fidanzata segregata in casa: ora non può avvicinarsi neppure all’asilo (Perugia)

Violenza: le donne si ribellano, crescono le segnalazioni (Reggio Emilia)

Parla la mamma di Emma, la bimba rapita dal padre: Governo mi aiuti a trovare mia figlia (Monza)

Antonia, le ferite e la fuga

1522. Ho detto no alla violenza, una storia vera

Giada De Blanc spiata. Otto mesi al persecutore

Manuela Bianchini: nuove lesioni e minacce

Mara Carfagna scrive a Enza Avino: “Scusaci, non siamo riusciti a proteggerti”

Le amiche di Elizabeth: “Le dicevamo di non fidarsi di quell’uomo” (Monza e Brianza)

L’addio a Pamela, il vescovo: “è stato femminicidio” (Ragusa)

Delitto Macchi al bivio: chiesto processo per Stefano Binda (Varese)

Lucia Manca, uccisa dal marito: un matrimonio di bugie e segreti (Venezia) 

Addio cicogne, in Italia nascono sempre meno bambini

Madri e lavoratrici: “Donne A Lavoro”

Inps, indennita alle lavoratrici vittime di violenza di genere

Nello stalking di vicinato, vittima sempre credibile

Parole chiave