19 novembre 2016 – Rassegna Stampa

Minaccia il figlio di 7 anni con un coltello: bimbo salvato dai carabinieri (Milano)

Massacra di botte la convivente, arrestato. E’ accusato anche di violenza sessuale (Napoli)

Maltrattamenti a moglie e figlie, braccialetto elettronico a cinquantenne (Perugia)

Botte alla compagna davanti alla figlia neonata, arrestato (Firenze)

Picchiava e chiudeva in casa la moglie: a processo (Mantova)

Minaccia la compagna con un coltello: denunciato (Prato)

Via da casa familiare marito violento. Maltrattava e picchiava di continuo la moglie (Catania)

Il marito manesco diffidato dal giudice (Frosinone)

Violenza sulla nipote, in carcere il costruttore del ponte di Calatrava (Rovigo)

Neonata morta, non è malasanità: arrestato il padre per omicidio (Bari)

Costringeva le dipendenti a rapporti sessuali: condannato imprenditore orco (Napoli)

Il palpeggiatore malato di mente colpisce ancora (Vicenza)

Accusato di atti sessuali su bimba, chiesti 7 anni (Genova)

Stupro di gruppo: ci fu favoreggiamento (Parma)

Vodoo, violenza e prostituzione. Donna si ribella: due arresti (Trapani)

Aggressione e tentata violenza: testimoni discordanti, ma c’è un indagato (Savona)

Stalker fino alla fine: arrestato mentre si nascondeva dietro un albero davanti alla caserma (Catania)

Stalking: 5 anni di reclusione, arrestato. Condanna definitiva anche per il reato di violenza sessuale (Potenza)

Aggredisce 30enne in centro e cerca di violentarla: arrestato 21 enne (Bari)

Cala i pantaloni in un parcheggio e si masturba davanti a una giovane donna (Brescia)

Tentata violenza sessuale, condanna confermata anche in appello (Campobasso)

Pedopornografia, pena ridotta in appello a 52enne (Messina)

Aborti clandestini, medico sotto accusa (Salerno)

Violenza sulle donne, è quasi sempre il partner (La Spezia)

Violenza sulle donne in aumento (Vicenza)

Il femminicida verrà rinviato a giudizio (Lucca)

Marinella, i pm fanno ricorso: “Fu un omicidio” (Firenze)

Sara, uccisa e bruciata. L’ex fidanzato rischia l’ergastolo (Roma)

Il fatto non sussiste: assolta la donna accusata di aver maltrattato il figlio (Brescia)

“I sensi di colpa di una madre che lavora”

Niente figli nè lavoro: le donne ferme come il Paese

Parole chiave