William Gabriele, 17 anni. Ucciso dal padre Adriano Maero a martellate per vendetta sulla moglie

willyGiaveno Mozzecane (Verona), 27 febbraio 2012
“Come poteva essere un “uomo mite”, uno “buono come il pane”, un padre “amorevole”, come lo hanno descritto la maggior parte dei giornali ostentando profili psicologici di un uomo “distrutto dal dolore” per la separazione dalla moglie, quello che ieri ha fracassato il cranio del figlio di 17 anni che dormiva nel letto di casa sua per vendicarsi bestialmente della moglie che lo aveva messo di fronte all’inevitabilità della separazione dopo l’ennesima lite? Come poteva essere un uomo “pacifico”, uno che decide scientemente di uccidere l’unico figlio che ha, prima di togliersi lui stesso la vita lasciando così alla moglie, che si era assentata dopo l’ennesima litigata, la scoperta dell’orrendo delitto consumato in casa sua? Quale pace mai potrà ritrovare questa madre, rosa dal rimorso di aver lasciato il figlio in mano al suo aguzzino travestito da padre amoroso?” (Luisa Betti)

Adriano Maero

Titoli&Articoli

Uccide il figlio per vendetta sulla moglie

William Gabriele Maero

Uccide il figlio a martellate per vendetta sulla madre

La moglie lo lascia, lui uccide il figlio e poi si toglie la vita

Parole chiave