Sabrina Blotti, 45 anni, agente immobiliare, mamma. Uccisa con due colpi di pistola dal padre di un’amica

Cesena, 31 maggio 2012
Sabrina era già salita nella sua auto quando Nino, 60 anni, padre di una delle sue migliori amiche, l’ha raggiunta e le ha sparato a bruciapelo due colpi di pistola. Hanno scritto che Nino si era invaghito di lei, qualcuno ha anche detto che erano stati dapprima amanti e poi lei lo aveva rifiutato. Un delitto passionale, il solito raptus. Invece Sabrina era solo una mamma ed una persona molto gentile e Nino un anziano vedovo e malato, che andava curato e fermato.
La storia di Sabrina Blotti e del suo assassino, in cui l’amore non c’entra nulla, è raccontata su  Volando contro vento

 

 

Gaetano Delle Foglie, 60 anni. Commerciante ambulante di frutta e verdura. Era malato e disperato per la morte della moglie, anche i figli si erano allontanati. Ha rivelato alla dottoressa che lo seguiva di essere innamorato ma rifiutato da Sabrina e che per questo l’avrebbe uccisa. Dopo averlo fatto si è suicidato.

 

 

Titoli & Articoli

Il Resto del Carlino
«Uomini rispettate mogli e figli» L’appello del parroco … assassinata giovedì mattina dal padre della sua migliore amica che si era invaghito di lei … proprio con l’ex marito Sabrina avrebbe manifestato tutta la propria preoccupazione: Nino Delle Foglie non le dava tregua, la perseguitava e l’aveva minacciata più volte di ucciderla. E il 19 aprile scorso, esasperata, lo denunciò ai carabinieri per minacce e ingiurie.
SULLE continue violenze quotidiane subite da donne e figli, il religioso ha un invito da fare, anzi diventa una necessità. Se fosse infatti rispettato dai destinatari potrebbe davvero risolvere alla radice un problema gravissimo che sempre più sfocia in tragedie come questa: «Tutti gli uomini — è categorico il parroco di San Rocco — dovrebbero garantire a mogli e figli che non lo faranno mai, che mai useranno violenze nei loro confronti. Tutti e tutte hanno bisogno di sentirselo dire. Non è mai stato scontato nemmeno in passato ma oggi, in questa società, lo è ancora meno»


Romagna Noi
“Io l’amavo. Lei mi ha utilizzato per far ingelosire il marito” …
Un delitto passionale seguito a distanza di 10 ore dal suicidio dell’assassino In questi fogli c’è scritta la storia recente di Gaetano Delle Foglie, del suo innamoramento con Sabrina, dell’ipotesi della convivenza e della sua gelosia. Pare ci fossero scritte anche le sue intenzioni violente, più che altro rivolte contro se stesso e al desiderio di suicidarsi per provocare rimorso. Nessun volere di uccidere la 45enne. Purtroppo non è andata così. Il raptus passionale ha avuto il sopravvento e l’ultima lite ha segnato indelebilmente la sua vita, quella dell’ex compagna e dei famigliari … L’assassino fugge a bordo dell’Audi A3 noleggiata la sera prima a Bari.. Due mesi  fa a carico di Gaetano, Sabrina aveva presentato denuncia per stalking e atti persecutori.
… Gaetano alterna momenti di ansia aggressiva ad apparente tranquillità … “Non volevo ucciderla ma solo intimorirla”. ” (…) l suo desiderio era proprio quello di farla finita per raggiungere in cielo la sua moglie Silvana, deceduta anni fa, “l’unica donna che mi avesse mai amato”.

Link

L’Unità
Romagna Gazzette
Bari Today
Il Resto del Carlino

 

 

 

 

Parole chiave