Palmina Martinelli, 14 anni. Muore dopo 22 giorni di agonia per le ustioni riportate: secondo la sentenza, si sarebbe data fuoco da sola per sfuggire alla prostituzione cui voleva avviarla la famiglia. Ma il processo è stato riaperto dopo 36 anni con l’accusa di omicidio volontario per l’ex fidanzato e il cognato

Fasano (Brindisi), 2 dicembre 1981
Palmina muore dopo 22 giorni di agonia. Il processo si conclude con l’assoluzione dei principali indagati (il fidanzato e un cognato): la ragazzina si sarebbe suicidata. Ma 36 anni dopo, il processo viene riaperto. Qualunque sia la conclusione legale, Palmina è morta per in quanto donna: suicida o uccisa, il movente è lo sfruttamento del suo corpo da parte degli uomini della sua famiglia.

 

13 novembre 1981 Fasano : Danno fuoco a 14enne che non voleva prostituirsi .
Nella foto : tre dei quattro responsabili dell’aggressione da sin. Giovanni Ferri , Enrico Bernardi e Vito Felice Roseto. ANSA ARCHIVIO NEG.A5496 – sim

Titoli&Articoli

Palmina, bruciata viva dal papà e il cognato a 14 anni perchè non voleva prostituirsi: l’audio choc della denuncia

La 14enne Palmina Martinelli venne bruciata viva per essersi rifiutata di prostituirsi

14enne arsa viva: dopo 37 anni i carabinieri riascoltano i due accusati che furono assolti

Palmina Martinelli: la perizia che ha riaperto il caso

Il martirio di Palmina, bruciata viva a 14 anni perchè non voleva prostituirsi

La Procura di Bari riapre il caso di Palmina Martinelli: “Non fu suicidio”

Il magistrato Magrone agli studenti: “Tenete viva la memoria di Palmina Martinelli”

“Ho la coscienza a posto”: le parole dell’ex imputato per l’omicidio di Palmina Martinelli dopo l’interrogatorio

Palmina, assoluzioni definitive

Parole chiave