Francesca Lorenzetti, 53 anni, direttrice di un ufficio postale, mamma. Accoltellata dall’ex marito, con cui aveva avuto tre figli, davanti all’ufficio postale dove lavorava

Senigallia (Ancona), 17 luglio 2008
Lui se n’era andato con un’altra donna, da cui aveva avuto altri due figli, e si era trasferito a Panama dove stava aprendo un ristorante insieme ad alcuni amici. Ma voleva spaventarla, per via di quel contenzioso economico rimasto aperto dopo la separazione. Per questo l’ha aspettata davanti all’ufficio postale di cui lei era direttrice, con un grosso coltello da cucina.

 

 

Renzo Mandolini, 55 anni, osteopata, padre. Voleva solo spaventarla ma ha avuto un blackout mentale. La perizia lo considera capace di intendere e di volere e viene condannato a 30 anni con rito abbreviato. I tre figli e il nuovo compagno di Francesca si sono costituiti parte civile.

 

 

 

Titoli & articoli

Senigallia-Italy
Renzo Mandolini ha ucciso la moglie questa mattina – Il fattaccio è avvenuto nelle prime ore della mattina all’ufficio postale di Via delle Viole dove la moglie lavorava. Un dramma immenso che distrugge più famiglie; i tre figli avuti dalla moglie e quelli avuti dalla nuova compagna, che un simile fatto di sangue metterà in grande difficoltà.
Ero amico di Renzo da tanti anni e di massima ero al corrente della situazione dei difficili rapporti con la moglie da cui si era separato. Recentemente si era trasferito a Panama, la città centroamericana dello stretto, dove stava aprendo un ristorante con amici partiti insieme a lui da Senigallia e la nuova compagna.
Parlavamo spesso su Skipe per ore, l’ultima circa 20 giorni fa, soprattutto di politica senigalliese che ci accomunava.
Mi era sembrato totalmente sereno e pieno di progetti per la nuova situazione di vita all’estero; mai mi ha fatto cenno a rivalse nei confronti della moglie, come succedeva spesso anni addietro.
In tutto questo quadro va detto che Renzo non mi aveva mai detto il motivo che lo aveva spinto a trasferirsi in America e poi lui aveva avuto altre situazioni in cui si era trasferito fuori di Senigallia, evidentemente a disagio per una situazione che non riusciva a tollerare.
In mezzo a tanto strazio, mi sia concesso di provare un grande rammarico anche per lui, che in un atto estremo ha gettato via la sua esistenza a cui teneva tanto, gettando i propri figli in un inconsolabile dolore.
 di Claudio Cavallari

 

Link

Senigallia Italy
Vivere Marche
Il Resto del Carlino
Senigallia Notizie
Senigallia Notizie

 

 

 

 

Parole chiave