Elisabetta Grande, 66 anni, insegnante in pensione, mamma. Maria Belmonte, 35 anni, infermiera, figlia. Scomparse. I loro resti ritrovati 8 anni dopo in un’intercapedine della propria casa

Elisabetta e Maria scompaiono, lasciano la macchina parcheggiata davanti casa, non aprono il negozio di detersivi che stavano per inaugurare,  non prelevano più un soldo. E nessuno le cerca, per un bel po’. Solo quando, 8 anni dopo!, la televisione accoglie l’appello del fratello di Elisabetta, le forze dell’ordine si danno da fare e le trovano, ormai cadaveri irriconoscibili, in un locale seminterrato della loro casa.

 

 

Domenico Belmonte, 65 anni all’epoca, ex direttore sanitario carcere Poggio Reale. Marito di Elisabetta e padre di Maria. Ha continuato ad innaffiare il giardino. Indagato.

Salvatore Di Maiolo, 40 anni, prima autista di Domenico e poi infermiere. Ex marito di Maria. Indagato.

 

 

Nota di redazione: IQD ha deciso di inserire Elisabetta Grande e Maria Belmonte tra le vittime di femminicidio sebbene non siano ancora note le dinamiche della loro scomparsa. La scelta redazionale si basa sulla convinzione che anche dimenticare, non cercare e non preoccuparsi della vita di una moglie e di una figlia, equivalga ad un’uccisone, non solo da parte di un padre e marito, ma della società tutta che non ha cercato queste donne per otto lunghissimi anni.

 

Link

Chi l’ha visto
Repubblica

Corriere
Crimeblog
Napoli Today
Blitz quotidiano

 

 

 

 

 

 

 

Parole chiave