Concetta Liuzzo, 68 anni, mamma e nonna. Uccisa a colpi di accetta dal marito

Montebello Jonico (Reggio Calabria), 30 ottobre 2020
Una coppia vissuta per anni nella completa felicità. La Liuzzo era una donna di sani principi, la classica brava donna di paese che era stimata da tutti, amata per la sua gentilezza, e dedita esclusivamente ai sacrifici per tirare avanti la famiglia che nel frattempo si era arricchita di nipotini. La donna amava l’uomo della sua vita che le aveva dato due figli, e l’uomo era fortemente innamorato della sua donna. 

Carmelo Minniti, 69 anni, infermiere di psichiatria in pensione, padre. Si autocurava la depressione

Titoli&Articoli

Il femmincidio di Concetta Liuzzo

Femminicidio in Calabria: omicida si autocurava depressione

Reggio Calabria, il femminicidio che sconvolge Montebello: “Melo e Concetta erano una coppia stupenda, tragedia passionale per troppa gelosia”

Femminicidio a Montebello, il vescovo: “Maschilismo e mentalità mafiosa”

Parole chiave