Carmela Gagliardi, 49 anni. Uccisa con tre colpi di fucile dall’ex marito

Calvo (Ventimiglia), 14 dicembre 2007
Erano anni che la minacciava, tanto che lei lo aveva denunciato e lui era stato condannato. Ma appena decorsi i termini di custodia cautelare si è presentato in quella casa che era l’oggetto della sua rabbia e l’ha uccisa con tre colpi di fucile, senza premeditazione.

 

 

 

 

Nicolino Corsaro, 46 anni, carpentiere. Si era rifatto una vita, aveva una nuova compagna e una figlia di 4 anni. Ma gliel’aveva promesso e l’ha fatto, anni dopo. Condannato in primo grado all’ergastolo, pena ridotta a 30 anni in appello, è stato condannato a 17 anni e 4 mesi dalla Corte d’Assise.

 

 

 

 

 

 

Titoli & Articoli

 

Sanremo News
…  La vittima, negli ultimi anni aveva dovuto subire minacce, non solo verbali e l’ex marito era stato anche agli arresti domiciliari. Dopo il termine della misura cautelare, nel 2005 si era presentato a casa di Carmela con un’accetta, ma era stato fermato. Più volte lui le aveva detto “Prima o poi ti ammazzo!”
Michele Marchio, il convivente, sembra sotto choc, ma riesce a raccontare quanto è accaduto, poco dopo le 20: “Ero giù dia vicini e lei mi ha detto che sarebbe salita a preparare la cena. Quando è arrivato l’ex marito probabilmente pensava che fossi io e gli ha aperto. Io ho sentito i tre colpi, ma pensavo che fossero dei petardi. Poi i vicini poi hanno detto che c’era qualcuno. Sono salito e l’ho visto scendere per le scale. Mi ha tirato un calcio al petto e mi ha scaraventato a terra. Mi sono rialzato ed ho subito chiamato Carabinieri e 118. Poi sono entrato e mi sono accasciato su Carmela per sentire se respirava. Purtroppo mi sono reso subito conto che non c’era più nulla da fare. Sono corso giù e volevo mettergli le mani addosso. Poi ho cercato di calmarmi e gli ho detto “sei un nulla non conti niente!”. Lui mi ha risposto “Se ti trovavo in casa, ammazzavo anche te!”
Un altro fratello di Carmela, Piero Gagliardi non riesce a darsi pace: “Mia sorella ha fatto la stessa fine di Maria Antonietta! Tutte le denunce fatte non sono servite a niente. Quell’uomo deve augurarsi di non uscire mai di galera, altrimenti lo faccio fuori io! Mia sorella mi ha detto ancora tre giorni fa di avere paura perché ogni volta che incrociava l’ex marito gli diceva di tutto. Poco tempo fa l’ha fermata in pieno centro, rompendogli un vetro e l’antenna dell’auto”.
I fratelli di Carmela hanno poi confermato che Corsaro voleva la proprietà della casa ed è per quel motivo che molestava Carmela. Del resto, della sua nuova storia con Michele, non gli interessava nulla. Lui si era rifatto una vita ed aveva anche avuto una figlia, dopo aver ottenuto l’annullamento del matrimonio
Un’altra incredibile storia tra un uomo ed una donna finita in tragedia.
di Carlo Alessi

 

Riviera 24
Delitto di Calvo, l’assassino piange in aula e si pente
L’avvocato difensore Giorgio Valfre’ ha gia’ annunciato che in settimana presentera’ istanza di incidente probatorio affinche’ il suo assistito venga sotto posto a una perizia psichiatrica.
l giudice per le indagini preliminari del tribunale di Sanremo ha convalidato, oggi, disponendo la custodia cautelare in carcere, l’arresto del carpentiere Nicolino Corsaro, 46 anni, l’uomo che venerdi’ scorso, in frazione Calvo a Ventimiglia, ha ucciso con tre colpi di fucile, l’ex moglie Carmela Gagliardi, di 49 anni, per motivi legati alla spartizione dell’alloggio matrimoniale.
Lo stesso alloggio, in cui si e’ consumato l’omicidio. Nicolino, difeso dall’avvocato Giorgio Valfre’, si e’ commosso durante l’interrogatorio, che e’ durato circa mezzora, ha pianto e si e’ ulteriormente pentito per lo scellerato gesto. Si e’ pentito di aver ucciso l’ex moglie e di aver gettato nella disperazione tutti i familiari di lei, che lo stimavano, oltre ai suoi.
L’avvocato Valfre’ ha gia’ annunciato che in settimana presentera’ al pm Vittore Ferraro, un’istanza di incidente probatorio per la perizia psichiatrica. Nicolino Corsaro’ convive con una donna dalla quale ha avuto una bambina, oggi di 4 anni.
di Fabrizio Tenerelli

 

Riviera 24
PENA ABBASSATA IN APPELLO – Non vi fu premeditazione per l’omicidio della moglie: dall’ergastolo, a 17 anni per Nicolino Corsaro … la Corte di Cassazione aveva annullato la sentenza di secondo grado
La Corte di Assise d’Appello del tribunale di Milano ha abbassato a 17 anni e 4 mesi, di reclusione la condanna nei confronti di Nicolino Corsaro … condannato in primo grado all’ergastolo; con pena, poi, diminuita a 30 anni in Appello, per l’omicidio della moglie Carmelina Gagliardi, 49 anni, freddata con due colpi di fucile, il 14 dicembre del 2007 …
In precedenza, la Corte di Cassazione aveva annullato la sentenza di secondo grado, ravvisando la non sussistenza della premeditazione e rinviando gli atti alla Corte d’Assise di Appello di Milano.
Oggi, il responso. Corsaro, che in passato era stato anche al centro di un tentato suicidio in carcere … Terminata l’udienza e’ stato tradotto presso il carcere genovese di Pontedecimo, dove sta scontando la sua pena. Nel conteggiare quest’ultima, la Corte e’ partita da una base di 24 anni.
di Fabrizio Tenerelli

 

Link

Sanremo News

 

 

 

 

 

 

Parole chiave