Barbara Cuppini, 36 anni, responsabile marketing e organizzazione eventi della Ferrari Maranello. Uccisa dal fidanzato con un pelaverdure.

Rovereto (Trento), 19 giugno 2011
Una serata tranquilla tra due ragazzi che si frequentano da pochi mesi. Dopo essere andati a cena in un ristorante, rientrano e guardano la tv, lei si addormenta e lui sente un bisogno irrefrenabile di uccidere, per cui va in cucina, prende un pelaverdure con una lama lunga una dozzina di centimetri e glielo conficca decine di volte nell’addome e sulle spalle. Lei ha mormorato “Aiuto, aiuto” poi più nulla.

 

Alessandro Persico, 42 anni, ingegnere elettronico Ferrari
Era da tempo in cura da uno psichiatra, condannato a 12 anni per seminfermità mentale.

 

 

 

 

Titoli & articoli

Gazzetta di Modena
Ho dovuto farlo. Ma non so perché. Non so perché ho ucciso Barbara, non so dire il motivo. All’improvviso ho sentito il bisogno irrefrenabile di ammazzarla e l’ho fatto». Alessandro Persico non ha una motivazione da spendere, non si giustifica, non si dispera
di Claudia Benatti

 

Link

Il Resto del Carlino
Trentino Corriere Alpi
Il Resto del Carlino
Gazzetta di Modena

Parole chiave